La fondazione

La Fondazione Zétema è la continuatrice della qualificata attività svolta dal suo soggetto fondatore, il Centro per la Valorizzazione e Gestione delle Risorse Storico Ambientali (Associazione Zétema).
Il Centro, promosso con Legge Regionale n.4 del 23 febbraio 1987, venne costituito il 25 maggio 1988. I soci fondatori della associazione furono la Regione Basilicata, la Provincia di Matera, il Comune di Matera e il Formez. Aderirono successivamente, come soci privati, le imprese Dioguardi e Esema, nonché, per la categoria ‘benemeriti della cultura’, Raffaello de Ruggieri ed il Circolo ‘La Scaletta’ di Matera. L’istituzione della Fondazione avvenuta il 24 ottobre 1998 ha comportato il consequenziale scioglimento della associazione.
Il Consiglio di Amministrazione di Zétema è costituito dall’avv. Raffaello de Ruggieri, dal Sindaco di Matera, da un rappresentante del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dal Presidente del Circolo La Scaletta di Matera e dal Presidente della Associazione ‘Amici di Josè Ortega’ di Matera.
L’esigenza di dar vita alla Fondazione è scaturita dalle recenti sollecitazioni normative sulla politica culturale che, in una prospettiva di decentramento amministrativo, hanno affermato l’utilità sociale delle iniziative private portatrici della funzione di sussidiarietà. La composizione “mista” del consiglio di amministrazione favorisce tale strategica “alleanza” progettuale e gestionale tra soggetti pubblici e soggetti privati.

***

Segnata dal termine classico: ‘zétema’, richiamante le attività di ricerca e di applicazione, la Fondazione realizza progetti per la tutela e la fruizione del patrimonio culturale.
In particolare, la Fondazione ha per scopo la programmazione e la realizzazione di attività di ricerca, progettazione e produzione nel campo del restauro, della conservazione, della gestione e della promozione e valorizzazione dei beni culturali ed ambientali e delle attività culturali.
Le scelte operative della Fondazione mirano all’elaborazione di progetti esemplari e alla definizione delle più coerenti iniziative promozionali per trasformare in strumento di sviluppo locale le risorse culturali favorendo pregevoli interventi di recupero e i conseguenti processi di valorizzazione e utilizzazione economica.
La missione della Fondazione si estrinseca dunque nella volontà operativa di tradurre lo studio e la ricerca in realizzazioni di grande qualità. Sfuggendo, pertanto, alla prassi ricorrente di impegnare risorse e uomini per l’organizzazione di astratte o isolate manifestazioni (conferenze, convegni, seminari, spettacoli, eventi, ecc.), la Fondazione si è data il seguente metodo di lavoro:
• acquisizione di un bene culturale
• progetto esemplare di conservazione e di fruizione
• inserimento del bene in una offerta integrata di servizi culturali (distretto culturale)
• piano tipizzante di valorizzazione
• prassi corretta di gestione
• attuazione seria della manutenzione programmata del patrimonio culturale tutelato e valorizzato.

***

STATUTO

ORGANIGRAMMA

In primo piano

Il 23 luglio è stata riaperta alla pubblica fruizione la Cripta del Peccato Originale.
Saranno Tommaso Strinati e Patrizia Sandretto Re Rebaudengo rispettivamente il direttore e il consulente scientifico dei presidi culturali della Fondazione Zétema di Matera.
Si comunica che il giorno 30 giugno 2015 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, IV Serie Speciale, n.49, il 66° bando di concorso per l’accesso ai...
Martedì 30 settembre u.s. alle ore 11,30 presso il Ministero Per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, presso la Direzione Generale per la valorizzazione del patrimonio...
intervento di Raffaello de Ruggieri Autorità, Signore e Signori, evito il rituale preambolo dei ringraziamenti perché la gratificazione ai numerosi e preziosi soggetti attuatori...